cercando la verità


Graham Nash, cantante anglo-americano, è stato uno dei simboli della musica di protesta degli anni ’70. Celebre soprattutto per la sua partecipazione al gruppo CSNY (Crosby, Stills, Nash & Young), forse non il migliore fra i quattro (più talentuosi ed innovativi Crosby e Young), ma sempre molto attivo nella vita sociale, critica e politica degli States. Nel novembre di quest’anno ha cantato assieme all’amico Crosby ad Occupy Wall Street.

Bradley Manning, ragazzo anglo-americano classe 1987 dell’Oklaoma, arruolato nell’esercito, ha prestato servizio in Iraq. Di Manning non sono note particolari imprese, ad eccezione dell’aver rivelato migliaia di files riservati a Wikileaks sulla guerra in Iraq (denunciato da un hacker, sic). Dal  maggio 2010, Manning è in arresto in attesa di processo.

Poco unisce queste due persone: un grande artista ed attivista il primo, un soldato in carcere il secondo.

Ma Nash, ad oltre 40 anni dai successi, si conferma un artista attendo a quanto accade nel proprio paese e pronto a far sentire la propria voce contro le ingiustizie: ha scritto e dedicato a Manning la canzone Almost gone che acutamente si conclude con le parole “truth is the first casuality of war” (qui dall’Huffington Post)

Oggi Manning compie 24 anni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: