recensione 2: “Lampi”

nel vecchio blog avevo già parlato del libero di Albert-Lazlo Barabasi “Lampi”, senza averlo ancora letto e basandomi solo sulla sua presentazione in un giornale. Mi sembra quindi doveroso integrare ora quella recensione dopo aver letto il libro.

Barabasi, tanto per cominciare, è un professore di origini ungheresi all’Università di Boston. Il suo principale campo di ricerca è la scienza delle reti, ma in questo libro mostra di sapersi abilmente destreggiare con curiosità intellettuale (curiosità che suscita anche nel lettore) fra diverse discipline quali la storia, la statistica…. Inoltre, l’autore accompagna la spiegazione scientifica con l’analisi della “crociata dei villani” nell’Ungheria del 1514 creando un piacevole parallelismo interdisciplinare.

La domanda da cui parte è relativamente semplice: saremo mai in grado di prevedere il comportamento umano? La risposta, invece, è molto più complessa ed articolata: forse, per ora possiamo solo aspettare un nuovo Heisenberg.

Barabasi in sostanza passa in rassegna ad un’evoluzione intellettuale e scientifica che coinvolge moltissime discipline (statistica, economica, scienza delle reti, ingegneria, storia, biologia…) per rilevare come il comportamento umano (ma anche di altre branche della natura, dalle cellule agli albatros) non sia affatto puramente casuale, ma segue un andamento a LAMPI  che lo rende parzialmente prevedibile. Seguendo l’evoluzione di diverse teorie scientifiche (equazione di Poisson o gaussiane ed esponenziali di Richardson) applicate ai molteplici campi della vita e spiegate assai bene, da renderle comprensibili anche ad un profano, l’autore ci mostra come tutte le nostre attività seguano dei cicli ad intensità variabile ma generalmente descrivibili come lunghi periodi di calma seguiti da brevi intervalli frenetici.

Esempio? La scrittura di e-mail: spesso le lasciamo lì per giorni, per poi scriverne decine in poche ore.

Ragione logica per tale pratica potrebbe essere la previsione di priorità, ma questo non ne spiega la validità per animali e cellule….

Basandosi su tali scoperte, il gruppo di ricerca di Barabasi è arrivato a determinare come (anche per effetto della ridondanza: in sintesi, comunichiamo solo ciò che non è usuale) per effetto del moltiplicarsi delle informazioni disponibili su ciò che facciamo, le nostre attività a breve termine siano prevedibili con un altissimo grado di precisione (fra il 95 e l’80%), variabile a seconda della nostra entropia, ma facilmente riducibile tenendo conto del nostro ambiente sociale di riferimento (amici, colleghi: per lo più sono le nostre conoscenze a farci deviare dai nostri percorsi abituali). Questo solo per la prevedibilità a breve termine, poichè per una a lungo termine è comunque necessario avere una grande conoscenza della storia (del passato) di ciascuno.

Questa prevedibilità pone ovviamente grandissimi problemi di riservatezza ed apre al contempo grandi potenzialità per la lotta al crimine (qualcosa di simile è in applicazione a Los Angeles: studio dei luoghi ove dati crimini sono più frequenti), prevenzione di malattie infettive, controllo del riciclaggio di denaro…

Insomma, un libro scientifico ben scritto ed estremamente interessante. Certo, non una lettura semplicissima per chi non si intenda di matematica e sue applicazioni, ma vale comunque la pena di leggerlo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

2 thoughts on “recensione 2: “Lampi”

  1. Pingback: paradossi della sicurezza (secondo red) | I discutibili

  2. Pingback: Useless break from a useless morning (connecting the dots) | redpoz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: