ladies and gentlemen, the Khmer Rouges!

E’ con grande piacere, oltre che con un pizzico di malcelato orgoglio, che diffondo fra voi la notizia di questo film che uscirà a breve su ARTE.

Khmer Rouges, une simple question de justice.
-Una semplice qquestione di giustizia.

Titolo tanto semplice quanto reale per questo film realizzato dai Rémi Lainé e Jean Reynaud sui processi contro gli ex-leaders dei khmer rossi tuttora in corso a Phnom Penh tramite la collaborazione fra Regno di Cambogia e Nazioni Unite.
Un grandissimo piacere, perchè dopo la prima faticosa sentenza su cado Duch, le tante polemiche ed i mille problemi che tuttora affliggono il Tribunale ECCC, dopo che i media di tutto il mondo hanno scelto di concentrarsi solo su questi problemi anzichè sull’impegno profuso dalla tanta gente che vi lavora e sui risultati raggiunti, è una soddisfazione non solo personale veder attribuito l’onore al merito.
Sarà retorico, ma anche per un occidentale ben retribuito vivere e lavorare a Phnom Penh svariati anni non è una comodità: ci vogliono impegno, passione e dedizione per portare avanti questi processi ed è giusto che siano riconosciuti.

Non nascondo infine neanche il mio personalissimo orgoglio, per un contributo infinitesimale che ho potuto dare laggiù. Contributo minimo, ma che sono lieto di aver dato.

A Phnom Penh come ad Arusha, come a Freetwon e a L’Aja ci sono migliaia di persone che lavorano con massimo impegno senza alcun riconoscimento esterno per qualcosa in cui credono: la giustizia prima di tutto, la verità e la possibilità di creare riconciliazione fra gruppi in lotta.
Personalmente credo che questi siano valori che meritano il nostro impegno, perchè fra i pochi sui quali si può costruire un futuro.

Visto che dopo lungo tempo torno su questo tema a me caro, ne approfitto anche per ri-pubblicare questo video ufficiale del Tribunale curato all’epoca da un’amica:

Il Tribunale ha anche una curatissima pagina facebook, che vi raccomando!

***
Tramite la stessa, vengo anche informato che il tribunale sta aggiornando la propria presentazione video: vi copio il link alla pagina web ufficiale, da cui trovate tutti i collegamenti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

3 thoughts on “ladies and gentlemen, the Khmer Rouges!

  1. … mi ricordo ancora adesso le immagini di Phnom Phen svuotata o quasi dai suoi abitanti: una vera città spettrale. Il reportage della televisione svizzera mostrava le vie principali desertiche e, solo in prossimità di sedi politiche, si rianimava. Non dimenticherò mai il terrore del traduttore, che accompagnava la troupe giornalistica, quando si rivolgeva a Pol Pot … in certe inquadrature lo si vedeva tremare!

    Come un popolo tendenzialmente pacifico abbia potuto produrre una simile aberrazione rimarrà un mistero.

  2. L’avrei visto con grandissimo interesse, ma da alcuni mesi con TiVuSat del canale ARTE ricevo solo l’audio 😦
    Spero di ritrovare il video in rete fra qualche tempo.
    Nel frattempo ho guardato e apprezzato quello linkato.

  3. Pingback: Questione morale for dummies | redpoz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: