c`è un giudice al Cairo

Se giuridicamente è giunta come un fulmine a ciel sereno la decisione della Corte Suprema egiziana di “suggerire lo scioglimento” del Parlamento, politicamente potrebbe essere una vera e propria tempesta destinata ad abbattersi sulla nascente democrazia “all`ombra delle piramidi”.

Giuridicamente, la decisione è affascinante: pur non potendo compiutamente giudicare la fondatezza delle argomentazioni che hanno portato i giudici al Cairo a simili sconvolgenti conclusioni (per mancanza di conoscenza della lingua e di altre fonti dirette), il fascino resta intatto. L`organo giurisdizionale, forte della normativa costituzionale, dichiara invalida l`elezione dell`organo legislativo che quella stessa normativa è chiamato ad attuare.
Uno scontro al centro dell`equilibro fra i poteri.
No a caso, i primi a protestare sono stati i Fratelli Mussulmani, che nel Parlamento detenevano la maggioranza.
Ma, probabilmente, la critica più sferzante arriva da chi (come El Baradei) fa notare che con tale decisione si consegna il paese al neoeletto Presidente senza un Parlamento che ne bilanci il potere e ne controlli l`operato e senza una Costituzione che lo limiti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

4 thoughts on “c`è un giudice al Cairo

  1. L’art. 49 della attuale Costituzione Egiziana, adottata nel marzo dell’anno scorso dal Consiglio Supremo delle Forze Armate egiziane (e fortunosamente ritrovata on line: http://en.wikipedia.org/wiki/2011_Provisional_Constitution_of_Egypt), dice che “La Suprema Corte Costituzionale è un organo giurisdizionale indipendente ed autonomo con il compito di controllo giudiziario sulla costituzionalità delle leggi e dei regolamenti”.

    siccome non dice nulla sulle sue procedure di formazione, è da supporre che sia ancora in carica la corte costituzionale dell’età di Mubarak e dunque rappresenti la continuità col vecchio regime.

    naturalmente sai che ritengo che le decisioni delle Corti Costituzionali siano da accettare sempre se non a prezzo di mettersi in un processo di rivoluzione.

    ma questa decisione assomiglia troppo allo scioglimento del parlamento a maggioranza islamista da parte dei militari che diede inizio alla terribile guerra civile algerina; è stata fatta dall’organo giusto e nei dovuti modi, ma pare veramente un tentativo di fermare l’ascesa al potere dei Fratelli Musulmani, che avevano la maggioranza in quel parlamento, e di concentrare di fatto tutto il potere nelle mani del presidente che verrà eletto domenica…

  2. Credo si intuisca dalla formulazione dell`ultimo periodo che questo post è in realtà ancora in fase di lavorazione e la sua pubblicazione è stata una gentile sorpresa dei pessimi pc dell`ICTR.
    Fatto sta, che informandomi progressivamente la mia disposizione verso questa sentanza è mutata almeno in parte, cosa di cui renderò conto nel proseguio del post. Infatti, mi sento di condivedere le tue preoccupazioni sulle intenzioni della Corte.
    Sta di fatto che vorrei distinguere due livelli d`analisi, giuridico e politico, strettamente interconnessi nella decisione….

    • perfettamente d’accordo.

      se vuoi rendere invisibile provvisoriamente il post (senza cancellarlo) vai su Modifica (del post) e quando si apre sotto la finestra di lavoro, al di sotto della finestra di testo trovi un’area Stato: Pubblicato; cliccando lì si apre un menù a tendina, ti sposti su Bozza e salvi la modifica, e il post scompare a tutti i lettori, salvo che per te, che te lo ritrovi nelle Bozze e puoi pubblicarlo quando è finito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: