l`oscuro male

Perdonate la miscellanea, ma non ho ho idea di quali notizie i media italiani vi riportino….

Dei bambini cambogiani
I media internazionali riportano da alcuni giorni di una malattia che colpisce i bambini in Cambogia con un tasso di mortalità eccezionale (61 morti su 62 colpiti)- aljazeera, cnn, spiegel.
Credo la notizia meriti un pò della nostra attenzione, vista la sua eccezionalità: i bambini colpiti presentano sintomi vari, principalmente febbre, e abbastanza generici da rendere difficile una chiara diagnosi (più di qualche caso di “normale” febbre Dengue è stato confuso con il morbo in questione), per il momento non sembra diffondersi aldilà della Cambogia e, come accennato, si sta rivelando “senza pietà”.
La cosa è complessivamente aggravata dalla carenza di un efficiente sistema sanitario nel paese e dalla persistenza della medicina tradizionale (che non è in se` negativa, ma certo curare a casa una malattia potenzialmente infettiva non aiuta a prevenire il contaggio).
I test dell`OMS hanno escluso al momento lo streptococco, la febbre Dengue e l`influenza H5N1 (influenza aviaria).

Le ultime notizie indicano che è stato diagnosticato da pare dell`Institut Pasteur in “campione significativo” dei bambini colpiti il virus Enterovisurs 71 (EV71), sebbene l`organizzazione mondiale della sanità sia ancora molto cauta nella diagnosi.
Tuttavia, tale analisi non aiuta particolarmente nella cura: per l`EV71 non esiste, al momento, alcun farmaco o vaccino.

Della democrazia egiziana
Il neo-eletto presidente Morsi ha riconvocato il parlamento, recentemente dissolto da una sentenza della Corte Suprema per illegittimita` nelle procedure elettorali.
Morsi ha scelto di affrontare l`esercito su un terreno nel quale, giustamente, si sentiva abbastanza forte: quello della rappresentanza democratica, carente sotto Mubarak. Cio` non di meno, la sua base non era probabilmente sufficiente per un simile scontro: infatti, il parlamento e` stato nuovamente dissolto dai militari con l`avvallo della Corte. Gli argomenti giuridici sono sufficienti per tale conclusione, quindi nessuna sorpresa.
Rimane ovviamente tutto lo scontro fra i poteri dello Stato (giudiziario, legislativo) che non sara` risolto rapidamente.}
Ma, come Sun Tzu insegnerebbe, Morsi ha probabilmente errato nell`affrontare lo scontro tanto direttamente: in assenza di Costituzione, il parlamento ha una funzione veramente marginale ed il presidente (che e` allo stesso modo sprovvisto di poteri al momento) avrebbe probabilmente avuto miglior sorte nel “convocarlo” in via ufficiosa e come mero organo consultivo in attesa di nuove elezioni…. Soluzione eterodossa, ma che avrebbe salvato la facciata della democrazia egizianain itinere.

Dello Stato congolese
Sara` per la vicinanza geografica, ma qui si parla moltissimo anche del Congo. Specialmente della provincia del Nord Kivu dove, anche dopo la condanna di Thomas Lubanga da parte della Corte Penale Internazionale, la situazione non e` affatto pacifica: un nuovo movimento ribelle, guidato da ex ufficiali dell` esercito congolese, chiamato M23 (Movimento Marzo 23) guidati da Bosco Ntaganda (lui stesso attualmente perseguito dalla Corte) guida una ribellione contro il governo di Kinshasa.
La regione attorno al lago Kivu e` oggetto di scontri fra tutte le “potenze” locali: Uganda, Rwanda, Congo si contendono il controllo della zona per ragioni economiche, etniche e di sicurezza interna (dal Congo partirono gli attacchi degli hutu contro il governo di Kagame in Ruanda e la successiva invasione ruandese della regione nel 1996).
Cosi`, ancora oggi indagini internazionali supportano l`ipotesi che il governo ruandese di Paul Kagame (tutsi, salito al potere con FRP dopo il genocidio del 1994) stia supportando i ribelli nel Kivu in violazione degli accordi di pace. Ipotesi totalmente negata dal governo ruandese.
Ad oggi, i ribelli di M23 continuano ad avanzare, minacciando la citta` di Goma (capitale della regione, praticamente di fronte al confine ruandese)-rinforzata dai caschi blu dell`ONU- cnn, france24, yahoo.

Che ha ucciso Arafat
Al jazeera ha lanciato un`interessantissima inchiesta sulla morte di Yasser Arafat: secondo la tv del Qatar alcune incongruenze e aspetti non chiari sulla morte dello storico leader palestinese lasciano ampi dubbi sulle reali cause della morte.
Fra i vari fattori oscuri, il media individua il rapido (immediato) incenerimento dei beni personali e vestiti di Arafat dopo il decesso nell`ospedale alla periferia di Parigi, la totale assenza di autopsia e di inchieste da parte della polizia francese che ha poi condotto ad una rapida distruzione dei beni e documenti sul caso.
Il giornalistaa Clayton Swisher ha investigato il caso per conto di Al Jazeera cercando di verificare le varie ipotesi (HIV come si vociferava?- pare addirittura che i servizi segreti rumeni siano in possesso di un video che ritrae Arafat con una donna) concludendo, sulla base di campioni rinvenuti da un istituto di ricerche svizzero, che il leader dell`OLP-ANP sarebbe potuto esser stato assassinato tramite del polonio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

10 thoughts on “l`oscuro male

  1. nessuna notizia (ovviamente) su questo argomento sulla stampa italiana on line, a mia notizia, invece sì (ovviamente) su quella tedesca, infatti citi lo Spiegel, una informazione che mi era sfuggita.

    trovo l’argomento molto interessante e ti cito sul mio blog.

  2. parlavo della Cambogia, nel commento precedente…

    sull’Egitto siamo stati ampiamente informati in Italia, al solito in modo distorto e antiislamico: sembrava che il neopresidente avesse tentato una specie di colpo di stato contro la Corte Costituzionale; invece con grande spirito istituzionale, ha semplicemente riunito ufficialmente il Parlamento per informarlo della sentenza della Corte, proposto un ricorso formale per avere indicazioni chiare e giuridicamente stringenti per tutti su come operare nel frattempo, e deciso di riconvocare il Parlamento quando avrà una risposta ufficiale.

    abbiamo molto da imparare da questo Egitto dignitoso e pacifico che sta costruendo la sua difficile transizione.

    confermo la mia ipotesi che l’islamismo moderato rappresenti il vero futuro del mondo arabo e il nostro interlocutore fondamentale…

    poi posso anche sbagliarmi, ma almeno non faccio passare le mie fallibili opinioni per gli indiscutibili dettami di un esperto…

  3. Pingback: redpoz, l’oscuro male della Cambogia « Cor-pus

  4. In Italia, come sai, si parla ben poco della politica estera, e quasi mai dell’Africa, tranne in casi clamorosi (rivoluzioni) di paesi affacciati sul Mediterraneo.
    Compravo spesso Internazionale fino a qualche settimana fa, adesso il ritmo del lavoro mi sta un po’ triturando…

  5. tornando a questo post, che vedo arricchito da altre interessanti informazioni, mi accorgo con sgomento di un pesante errore comunicativo nel quale sono incorso nel mio secondo commento; spero che sia attribuibile alla scarsa concentrazione attribuibile al caldo e non ad altro di peggio.

    la mia ultima battuta polemica contro gli esperti di questioni egiziane non intendeva minimamente essere rivolta a te, come invece tutto il contesto fa pensare; il mio obiettivo polemico era un altro blog, da tempo scomparso dai miei interlocutori, e che lanciava ripetuti allarmi nella veste di esperto delle cose arabe, contro i Fratelli Musulmani, che oggi hanno vinto le elezioni in Egitto.

    sono davvero costernato e ti prego di accettare le mie scuse per questa aggressione “colposa”, che credo possa averti ferito e che, a posteriori, ferisce anche me.

  6. @ bortocal 1 & 2: concordo col tuo giudizio sull`Egitto. nonostante alcuni timori, la transizione democratica sta andando abbastanza bene: certo, preoccupa che i controllori ultimi del potere siano sempre i militari e può inquietare che il presidente sia dei Fratelli Mussulmani… ma per ora tutto bene.
    sono abbastanza d`accordo anche sul futuro del mondo arabo e l`islamismo moderato: resta da vedere se la moderazione resisterà (come ben sai, è sempre minacciata)

    devo dire che non ho interpretato la tua battuta polemica come rivolta a me… o sono troppo distratto nel leggere, o troppo modesto da considerarmi esperto o troppo presuntuoso da pensare di poter essere presuntuoso!
    scuse, sebben non necessarie, accettate.

    @ Antonio: grazie di essere passato e grazie per diffondere la notizia… non voglio esagerare dicendo che potrà servire a qualcosa, ma almeno essere coscienti di cosa avviene nel mondo!

    @ Bruno: se non fossi qui, giuro che non avrei la più pallida idea di un sacco di cose che stanno avvenendo nel cuore dell`Africa… pazzesco!

    • meglio così, caro red, e hai fatto bene a pensare proprio tutto quello che hai pensato a proposito della interpretazione della mia battuta polemica nel primo commento, e cioè che non era rivolta a te…, buon segno della tua capacità di vivere serenamente i commenti, qualità che a me manca.

      sul mondo arabo, senza essere esperti né io né te, continueremo ad ascoltare le notizie senza preconcetti ideologici confermati da eccesso di conoscenze cristallizzate e speriamo che questo ci aiuti ad avere maggiore fiducia e prontezza di reazione di fronte a fatti nuovi che scardinano vecchie interpretazioni.

      buona domenica africana…

    • mi intrometto ancora sul tuo dialogo con Bruno.

      “se non fossi qui, giuro che non avrei la più pallida idea di un sacco di cose che stanno avvenendo nel cuore dell`Africa… pazzesco!”

      è questo che rende particolarmente preziosi i tuoi “reportage”, caro red, che ci dà il privilegio di vedere l’Africa da vicino con occhi non contaminati da esigenze propagandistiche!

  7. Pingback: Ruanda, vent’anni dopo – non è finita | i discutibili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: