in morte di Norodom Sihanouk

E’ morto Norodm Sihanouk, re della Cambogia e presidente della Kampuchea Democratica.

Figura chiave della politica cambogiana dall’indipendenza nel 1941 sino all’abdicazione nel 2004: prima re, fino al colpo di Stato del suo generale Lon Nol nel 1970, al regime dei Khmer rossi (di cui fu presidente per qualche anno) e all’invasione vietnamita del 1979 che lo tenne lontano dal paese e che combatte sino al 1989.
Figura tanto emblematica della storia cambogiana nel 1900, quanto enigmatica: alleato e nemico di tutti, tanto flessibile da sembrare una bandieruola, ma anche spietato nei confronti degli oppositori, pur di mantenere il potere (vedere la descrizione che ne fa Henry Kamm nel suo libro sulla Cambogia).
Bon vivant, amante delle donne e del lusso, con una grande passione per il cinema (scrisse e diresse svariati film mentre il suo paese cadeva nella guerra civile).Lascio il trono ad un figlio che ne pare l’esatto opposto: timido, poco propenso alla politica ed in balia del primo ministro Hun Sen.
Sihanouk era malato da tempo, non a caso aveva abdicato nel 2004, e viveva fra Pechino e la Corea del Nord.


questo il ritratto che ne fa Repubblica.

Eppure era ancora amatissimo, come una dività od un padre carismatico (un pò amorevole, un pò crudele): in molti lo rimpiangeranno in patria. La sua figura potente e patriarcale ha segnato il destino di tutti i cambogiani, per i quali era in fondo una figura più positiva e rassicurante dei tanti pericolosi leader politici del momento (inclusi i membri della famiglia reale).
Molti potranno dire che la sua restaurazione da parte dell’ONU nel 1992-1994 fu un errore, in realtà azzarderei quasi che fu la cosa migliore che quella missione delle Nazioni Unite fece.

Personalmente, non lo ricorderò con stima.
Uomo che è passato dal supporto all’opposizione di troppi potentati, sperando di cavalcarli per i suoi fini: francesi, nazionalisti, comunisti, cinesi, americani…. Troppo opportunista, ondivago e volubile nelle alleanze per meritare la mia stima.
La cosa migliore che posso dire di lui, in questo pur triste momento, è che mi ha dato l’occasione per rileggere Nazim Hikmet e quella sua poesia sulla morte di Lenin che tanto mi pare adatta al suo defunto mito.

Sihanouk ha fatto la bella vita: ville a Kep, viaggi in tutto il mondo (Parigi meta prediletta), lusso mentre il suo popolo faceva la fame. Ed ha immense responsabilità: lui mise i nazionalisti nelle posizioni di comando che li condussero poi alla guerra civile contro i khmer rossi; lui appoggiò gli stessi della “banda di Pol Pot” per cacciare prima i nazionalisti poi i vietnamiti (senza il suo pubblico appoggio, quasi di certo la maggior parte della popolazioni non li avrebbe supportati). Insomma, non una legacy chiara, né tanto meno apprezzabile dato tanto egoismo.
Ah, dimenticavo: è morto persino prima di farsi interrogare dall’ECCC.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

One thought on “in morte di Norodom Sihanouk

  1. Non ci crederai, stavo proprio scrivendo un articolo sulla Cambogia, o meglio sull’ideologia dei Khmer Rouge, e cercavo notizie su questo re che, perdona la mia ignoranza, credevo morto da anni; ed ecco che grazie a te scopro la sua recente scomparsa!
    Da quel che vedo, era quello che da noi qualcuno definirebbe un “politico di razza”, voltagabbana ed egoista sempre sulla cresta dell’onda, pronto a tornare in auge dopo ogni sconfitta rimodellando la sua immagine e i suoi obiettivi a seconda delle circostanze. Non il peggiore, ma causa del peggio; non il tiranno vessatore, ma il gatto che gioca col topo. Beh, un re.
    E come sempre quando scompare un leader carismatico, il timore per chi resta, per chi viene dopo, può essere desolante, perché almeno una certezza, prima, la si aveva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: