requisitoria contro i telefilm

Rientrando a casa qualche sera fa pensavo quanto comodo e bello è avere un televisore in casa. Ovviamente sappiamo tutti i problemi che la tv ha e non occorre che stia qui io a ripeterli. Problemi per lo più di contenuti.
In fin dei conti, il televisore come mezzo ci offre, se non altro, un grandissimo accesso a grandi capolavori del cinema: non so voi, ma io quando escono nelle sale tendo a perdermeli. Così, l’occasione migliore che ho per recuperare, è quando la programmazione televisiva li offre.
Come molti altri, immagino, condivido un televisore con altri (coinquilini, famiglia…) e spesso le sere si risolvono in scontri e/o compromessi su quale programmazione seguire.
Ecco, mi son reso conto che molto spesso queste discussioni sulla programmazione dipendono da un fil rouge precedente. I telefilm.

Quando ero piccolo seguivo appassionatamente un solo ed unico telefilm (al punto di farmi registrare le puntate quando dovevo uscire e me le perdevo…) JAG: aerei da caccia, uniformi, bella protagonista, questioni legali e scene di dibattimenti…. praticamente perfetto!
La cosa è andata avanti, esclusivamente (nel senso che non ne seguivo altri) per circa una decina d’anni.
Nel frattempo anche gli altri in casa hanno cominciato a seguire più o meno regolarmente i propri telefilm (NCIS, House, Grey’s anatomy, ah… pure Scrubs, oggi arriva anche Elementary).
Solo che andando avanti decenni, si accumulano gli uni sugli altri.
Solo che, per lo stessa natura, si fondano su una logica di consequenzialità: per quanto autonomi, gli episodi sono una concatenazione all’interno della quale, saltare un anello può compromettere la piena comprensione e godimento dei successivi.

Insomma, siamo arrivati al punto che la programmazione televisiva settimanale a casa è quasi interamente dettata dai telefilm.
A loro modo, sono una droga.

Ecco il perchè di questa mia requisitoria, perchè crea una forma subdola di dipendenza “culturale”. Una dipendenza da costante ripetizione di stimoli, una curiosità mai paga, una sorta di bisogno di sapere come finiranno quei venti minuti di puntata, quella serie… insomma, l’intera storia dei protagonisti all’interno della quale non ci si può perdere un solo attimo.
Fra le tante cose che hanno rovinato la tv, per me rientrano anche i telefilm. O, meglio, l’inondazione di telefilm: la loro sovraproduzione e sovradiffusione.
Insomma: non cominciate!

By the way, ecco un bel video degli eventi TEDx (in questo caso, Glasgow) su un’altra forma di dipendenza, quella da pornografia in rete.

http://it.wikipedia.org/wiki/Scrubs_-_Medici_ai_primi_ferri

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

10 thoughts on “requisitoria contro i telefilm

  1. Beh con lo streaming si può ovviare a questi problemi 🙂

    Io sono un moderato consumatore di telefilm, mi appassionano solo alcune serie e spesso le scopro con clamorosi ritardi, anche di anni (tipo I soprano che ho visto l’anno scorso, ad esempio)…

    • Allora Bruno, oltre ai Soprano ti consiglierei l’ottimo The Boardwalk Empire, sulla mafia anni ’30.
      Personalmente non sono mai stato un amante degli ‘sceneggiati’, come li chiamavamo un tempo, ma ultimamente per budget, attori, canovaccio non hanno proprio più nulla da invidiare ai titoli tripla A del cinema, perciò qualche serie me la guardo anche io.
      Da quella de I Soprano, che riguardo sempre con piacere, al già citato TBE, passando per le ‘leggerissime’ The Walking Dead ed i Robinson, utilissimi a distrarsi un po’ quando si è particolarmente stressati!

      • The Boardwalk Empire… bellissimo. Qualità cinematografica, produzione di Scorsese e Wahlberg, Steve Buscemi e un cast eccezionale. Ho visto le prime due serie, ora sono curioso di vedere come modificheranno la storia nella terza, visto tutto quello che è successo alla fine della seconda.

        Consiglio anche Breaking Bad…

  2. devi seguire le puntate,lo sviluppo della trama e poi non fai in tempo a iniziarne uno che zac arriva un altro e tutti lo vedono, tutti lo bramano…e te come un pirla sei ancora lì a dire: figo supercar

  3. Oggi The Walking Dead, Duro da uccidere (Burning Notice), Revenge e Scandal; ieri Star Trek (tutte le serie), i Jefferson, L’incredibile Hulk, Willy il principe di Bel-Air, La bella e la bestia, Arcibaldo, i Robinson (almeno le prime stagioni), Tre cuori in affitto, Strega per amore e Alice. Da 10 a 4, vuol dire che sto migliorando. 😛

  4. @ ipitagorici: lo streaming può però anche aggravare il problema… tipo quelli che finita la serie in tv in Italia, vanno già a vedersi quella dopo appena uscita negli USA.
    ovviamente tutto sta nel sapersi gestire il tempo e rispetto a questo lo streaming aiuta.

    @ Carlo & ipitagorici: non conosco “the Broadwalk Empire” e “Breaking Bad” l’ho visto una volta sola senza che mi “prendesse”.
    Mi avevano spassionatamente consigliato anche “the wire”, ma dopo un paio di tentativi ho rinunciato.
    Altro mondo, c’era in USA la simpatica serie “the defenders” con Jim Belushi nei panni di un avvocato. Non so se è arrivata alla seconda stagione….

    @ viga: esattamente!!

    @ Goatwolf: oh, non ne conosco neanche uno di quelli che mi nomini…. forse è un buon segno?

  5. No Red, è un segno cattivo, cattivissimo, è davvero allarmante, devi fare una cura psicotelevisiva al più presto, sei in pericolo! Ma a parte il rischio gravissimo che stai correndo, posso dire che una volta i telefilm erano a “compartimenti stagni”, ossia ogni episodio era in linea di massima visibile a se stante, mentre oggi la concatenazione è diventata la nuova formula vincente (probabile che prima non ci fosse tutta la concorrenza di oggi e la relativa ecessità di accalappiare spettatori).

    • esattamente quello che sottolineo nel post.
      vado a “spararmi” una ventina di puntate… come un vero junkie, lasciando perdere anche il lavoro pur di guardare una telenovella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: