Recensione 36: “Departures”

Ci sono sere nelle quali lo zapping televisivo diventa presto un’inutile noia ed il passaggio intermittente fra i vari canali alla ricerca di qualcosa di appena decente da vedere può portare rapidamente alla depressione.
E non sono poche, in effetti.

 Così, in sere del genere, dinnanzi al rifiuto a guardare per la billionesima volta film belli ma ripetuti fino alla nausea come “Caos calmo“, può capitare che per sfinimento si arrivi a scovare qualcosa di sottostimato.

Questo mi è accaduto ieri sera con “Departures“, film straordinario nel narrare un evento tanto naturale quanto difficile come la morte.

“Departures”, qui la mia “non una recensione” per i Discutibili.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: