tette, tette, tette

i discutibili

La notizia, di per sé, farebbe anche ridere. Ma questo post, per vostra sfortuna, non rientra nella sezione umoristica.

E, a discapito del titolo, devo anche confessare che di tette qui se ne vedranno poche.

Già, perché a quanto pare il seno femminile dà scandalo a sufficienza per il solo fatto di esistere, senza neanche dover essere esposto.

E’ uno strano mondo, il nostro, e senza dubbio un etnologo di qualche civiltà tribale (come quello immaginato da Umberto Eco) libero di studiarlo avrebbe molto da dire sulla repressione sessuale e sulle perversioni che alimentiamo.
La cosa bizzarra, oltretutto, è che se ai tempi del film su Maria Goretti (come ricordato ne “Le invasioni barbariche” di Arcad) tutto questo era in qualche modo connaturato alla prassi catto-repressiva della sessualità, oggi questa repressione è -salvo a livello subdolo, di dispositivi focaultiani- sparita. Si moltiplicano, infatti, le esposizioni pubbliche e sessualizzate dei…

View original post 380 altre parole

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: