Du’ statue!

Personalmente la polemica dirompente sulle due statue classiche dei musei Capitolini “censurate” in occasione della visita del presidente iraniano Rouhani lascia perplesso.
Oggi ancor più di ieri.

Già ieri, a leggere la notizia, non riuscivo ad indignarmi. Inizialmente, m’è sembrato un gesto di cultural awareness e di rispetto per la sensibilità altrui, forse un pò esagerato (troppa premura, potremmo dire), ma non tanto scandaloso quanto alcuni “paladini della libertà” vorrebbero far passare.
Gli stessi paladini che, più per gusto dello scandalo o dell’offesa gratuita che della libertà, indosserebbero magliette che irridono ad un profeta religioso. Gli stessi che sarebbero tanto pronti a dimenticarsi della libertà in molte altre occasioni.
Perché per certa gente la “libertà” è un concetto molto unilaterale.

Ma qualche ora dopo la breaking news della “censura” la mia percezione dell’evento s’è evoluta, di pari passo col montare delle polemiche.
Perché mentre sempre più voci si univano alla protesta in nome dei “nostri valori” sempre compromessi per accomodare un “loro” intollerante, aumentava in me la percezione che -in fondo- si stesse riducendo ancora una volta tutto il dibattito ai soliti schemi del razzismo. Insomma, sempre noi brava gente costretti a piegarci verso loro cattivoni. Loro che ci impediscono di apprezzare, coltivare, preservare e celebrare la nostra cultura.
Cultura millenaria e di enorme valore, ça va sans dire! Dunque una cultura che non può dover subire simili limitazioni.
Limitazioni che loro, mussulmani, intolleranti, sessisti, retrogradi e bigotti impongono. E che impongono non solo a casa loro, ma persino a casa nostra!

Razzismo ed invasione. Il binomio perfetto.
(per quanto c’è anche chi, come Tommaso Montanari su Repubblica esprime una voce dissonante, scrivendo: “Coprire quelle statue, per qualche ora, in occasione della visita di un ospite che ne sarebbe ferito è un atto che si iscrive benissimo in quella stessa tolleranza, che è la parte migliore della nostra identità.“)

Ecco, siccome nessuno di noi conosce gli accordi, i protocolli o le decisioni in qualche grigio ufficio ministeriale che hanno portato alla decisione di coprire quelle statue (tant’è che lo stesso Rouhani dichiara che “non ci sono stati contatti a riguardo), i mi permetto di avanzare un’interpretazione alternativa a questo “noi contro loro” che riecheggia.

Eccesso di zelo.
A mio modestissimo parere, piuttosto che un’imposizione della delegazione iraniana, questa auto-censura è stata il frutto di qualche persona nostrana, impaurita più dalla nudità in sé che dalla potenziale reazione degli iraniani.
Posso dirlo? In fondo, secondo me quella scelta è più frutto di un atteggiamento ancora un pò bigotto profondamente radicato nella nostra catto-cultura nazionale, che mal tollera la nudità, appena se in qualche opera classica.
Insomma, un cortocircuito tutto interno a noi stessi, ad un paese che ha ancora parecchie difficoltà a fare i conti con certi temi. Una polemica nella quale, forse, l’Iran e gli ayatollah c’entrano meno di quanto vorremmo credere.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata da redpoz.

7 thoughts on “Du’ statue!

  1. Più o meno penso la stessa cosa, fermo restando che anche se si fosse teoricamente trattato di una richiesta della delegazione iraniana, si sarebbe potuto ovviare pensando a percorsi diversi o incontri in altra location… Però, si c’è ancora gente che col corpo ha qualche problema… Anche col proprio, probabilmente…

  2. Tornando alla questione, sono d’accordo con l’eccesso di zelo, ma non solo e non tanto per una contraddizione culturale: Rouhani era qui per discutere di commissioni da 17 miliardi di euro, avranno pensato “per quella cifra ti copro tutto!”. Se fosse questo, lo giudicherei molto più offensivo di una tetta greco-romana, perché non sarebbe per un malinteso rispetto di una presunta sensibilità culturale altrui, ma per opportunismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: